fbpx

Photo booth:Cos’è e come nasce.

Ormai tutti sentiamo costantemente parlare di photobooth, c’è chi lo chiama photo booth, chi cabina fotografica e chi addirittura totem fotografico.

Ma cos’è e come nasce?

In realtà tutti questi termini sono oggi ammessi, perché?

Photo booth è un termine inglese che indica proprio “cabina fotografica” e oggi i photobooth sono molto simili ai totem pubblicitari, per cui viene attribuito <<volgarmente>> il termine totem pubblicitario.

Oggi attribuiamo il nome a cabine come selfiamoci ma originariamente e parliamo dell’800 il primo photobooth fu ideato per le fototessere, piazzato il luoghi turistici come stazioni, fermate dell’autobus, in cui i turisti potevano scattare una foto ricordo da spedire ai propri cari, tutto con stampa chimica in cui non c’era di certo alcun punto di tecnologia.

Oggi grazie soprattutto alla tecnologia sia per la fase di scatto che di stampa queste cabine sono state adattate al divertimento e all’intrattenimento, avvalendosi di sfondi colorati, fonti di luce LED e soprattutto, tanto amati dai giovani, i props.

Cosa rende particolare Selfiamoci?

Molti ideatori di photobooth progettano la cabina curando l’aspetto estetico e non prestano particolare cura all’aspetto qualitativo.

Selfiamoci prima ancor prima della progettazione estetica è stata progettata da esperti dell’elettronica con continui test effettuati da professionisti della fotografia, curandone pertanto la qualità fotografica oltre che l’estetica della cabina.

Esperti hanno confrontato le stampe di Selfiamoci con stampe realizzate da laboratorio, facendo fatica nella distinzione. Vuoi provare anche tu Selfiamoci per il tuo giorno speciale? Contattaci o invia un messaggio nella pagina ufficiale

Chiudi il menu